Bacche di Goji, tutti i Benefici delle bacche della longevità

Pubblicato : 15/02/2018 14:45:19
Categorie : Erbe della salute

bacche di goji

Considerati dei veri e propri elisir di lunga vita, le bacche di Goji vengono consumate da secoli dalle popolazioni del Tibet e della Mongolia.

Questi piccoli frutti rossi, oltre ad essere considerati una prelibatezza, rappresentano da sempre un pilastro della Medicina Tradizionale Cinese.

Nella sua opera Pen Ts’ao Ching, nota come una delle prime testimonianze scritte sull’uso delle erbe Nung scrive: “Le bacche di Goji nutrono e rinforzano il corpo donando forza e vitalità, aiutano il flusso dei liquidi corporei, calmano lo spirito, rinfrescano e rigenerano la pelle e gli occhi”.

Ancora oggi le bacche vengono utilizzate in Cina nella medicina tradizionale come frutti freschi, o essiccati, come succhi e tisane e nella preparazione di zuppe, minestre e salse.

Date le recenti scoperte sulle proprietà benefiche di questi frutti, negli ultimi anni il consumo di bacche di Goji è cresciuto esponenzialmente anche qui in Occidente.

Cerchiamo meglio di capire perché queste bacche sono ritenute tanto preziose.

Che cosa sono le bacche di Goji

pianta di gojiLe bacche di Goji sono i frutti di un arbusto spontaneo di origine tibetana, appartenente alla famiglia delle Solanaceae, il cui nome è Lycium barbarum.

Si tratta di una pianta perenne a foglia caduca, originaria degli altopiani asiatici della Cina e della Mongolia.

Le bacche fresche sono di un colore rosso vivo, di forma rotonda leggermente allungata, molto morbide e dal sapore dolce, che ricorda vagamente la fragola e i frutti di bosco.

Le maggiori coltivazioni di piante di Goji (Lycium barbarum e Lycium chinense) si trovano in Cina, nelle province dello Xinjiang e del Ningxia e nella provincia di Qinghai, nella parte nord orientale dell’altopiano del Tibet.

In Tibet, dove le bacche di Goji sono considerate dei veri e propri “frutti della longevità”, ogni anno si celebra una festa di ringraziamento in loro onore della durata di diversi giorni tra musiche e danze.

Dall’Oriente all’Occidente

Dato che molte delle popolazioni che fanno largo uso delle bacche di Goji, sono tra le più longeve al Mondo, i ricercatori d’Occidente hanno deciso di studiarne più da vicino le proprietà, finendo col fare delle importanti scoperte.

Attualmente sono più di 1.000 gli studi pubblicati, molti dei quali sono liberamente consultabili su Pubmed.

Grazie a questi studi sappiamo che le bacche di Goji posseggono proprietà salutari, che pochi altri alimenti al mondo possono vantare.

Non a caso, riferendosi al Goji, si parla spesso di “superfood“, ovvero di un alimento con valori nutrizionali fuori dalla norma.

Una delle virtù che più di tutte li contraddistingue è l’eccezionale potere anti-age, ovvero la capacità di contrastare l’invecchiamento cellulare.

Tuttavia, continuando la lettura, scoprirai che questo è solo uno dei tanti benefici derivanti dal consumo delle bacche di Goji.

Valori nutrizionali

goji originalNelle bacche di Goji troviamo più vitamina C delle arance e più vitamina A delle carote. Inoltre troviamo vitamine del gruppo B (B1, B2, B3) ed altre in tracce.

Per quanto riguarda i sali minerali troviamo calcio, potassio, ferro, zinco, selenio, fosforo, manganese, rame, cromo, germanio e altri in tracce, 18 aminoacidi diversi (essenziali e non essenziali), steroli e acidi grassi, betaina, flavonoidi e carotenoidi (tra cui betacarotene, zeaxantina, luteina e licopene).

Le bacche di Goji contengono inoltre quattro polisaccaridi unici al mondo con proprietà antidegenerative, che costituiscono probabilmente la caratteristica più preziosa di questo frutto.

E’ grazie a questi 4 LBP (Lycium Barbarum Polysaccharides), che il Goji ha la capacità di sostenere e rinforzare il sistema immunitario. Oggi gran parte degli studi e delle ricerche scientifiche effettuate sul Goji, si stanno concentrando proprio su questi quattro polisaccaridi unici al mondo.

Per quanto riguarda il potere calorico, in 100 g di bacche di Goji essiccate troviamo all’incirca 321 calorie così composte:

Calorie 321 kcal
Proteine 14,07 g
Carboidrati 69,21 g
Zuccheri 54,62 g
Grassi 1,79 g
Grassi Saturi 0,225 g
Grassi Monoinsaturi 0,273 g
Grassi Polinsaturi 0,829 g
Colesterolo 0 mg

A cosa servono le bacche di Goji?

Vediamo qui di seguito tutte le proprietà e i benefici delle bacche di Goji.

Azione anti-invecchiamento

Il loro indiscusso potere anti-age è uno dei principali motivi per cui oggi le bacche di Goji sono tanto famose e ricercate. Questo fatto è dovuto all’incredibile ricchezza di antiossidanti.

Gli antiossidanti sono importantissimi per difenderci dall’azione nociva dei radicali liberi.

Cosa sono i radicali liberi?

Sono dei prodotti di scarto che si formano all’interno delle nostre cellule. Sono la principale causa dello stress ossidativo ed hanno numerosi effetti nocivi sul nostro organismo.

Sono infatti tra i responsabili di numerose malattie cardiovascolari, degenerative e dell’invecchiamento.

Gli antiossidanti contenuti nella frutta e nella verdura, sono i principali antagonisti dei radicali liberi. Per questo è così importante assumerne in abbondanza ogni giorno.

Un’importante fonte di Selenio

Tra i numerosi antiossidanti, il selenio è senza ombra di dubbio uno dei più apprezzati dai nutrizionisti, tanto da essere soprannominato “il minerale antiossidante.”

Questo oligoelemento svolge la sua azione principale prevenendo i danni cellulari dagli effetti dei radicali liberi. Agisce inoltre stimolando e migliorando l’azione dell’ormone tiroideo T4 e sostenendo il sistema immunitario.

Le bacche di Goji presentano un inusuale elevata concentrazione di selenio: su 100 grammi di bacche troviamo 50 mg di selenio, ovvero quasi il 100% della dose giornaliera raccomandata RDA.

Difficilmente una tale quantità può essere trovata in altri alimenti naturali di origine vegetale.

Il test ORAC

benefici gojiIl test ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity) è un metodo recente che valuta il potere antiossidante degli alimenti. Ad ognuno di essi viene assegnato un punteggio ORAC crescente.

Secondo i ricercatori che hanno messo a punto questo test, i livelli giornalieri di sostanze antiossidanti nel nostro organismo dovrebbero mantenersi tra i 3000 e i 5000 ORAC.

Le bacche di Goji hanno un valore superiore ai 30.000 ORAC, nettamente superiore a quello degli alimenti più conosciuti per le proprietà antiossidanti, come i mirtilli e il melograno.

Stimolano le difese immunitarie

Le bacche di Goji sono molto utili per migliorare le difese immunitarie del nostro organismo. Ciò significa che sono degli utilissimi alleati nella prevenzione e nella lotta alle infezioni e alle patologie tumorali.

Vediamo meglio perché le bacche di Goji sono così efficaci.

  1. Contengono germanio organico
    Le bacche di Goji contengono una quantità considerevole di germanio organico, un minerale traccia che raramente si ritrova nelle stesse quantità in altri alimenti. Il germanio organico è molto utile per il nostro organismo perché è in grado di stimolare l’immunità innata e specifica . Inoltre è efficace nella lotta ai Tumori, in quanto stimola i NK (Natural Killer) ovvero quelle cellule del sistema immunitario adibite all’uccisione delle cellule tumorali e delle cellule infettate da virus.
  2. Contengono LBP
    Le bacche di goji contengono 4 polisaccaridi unici al mondo chiamati LBP (Lycium Barbarum Polysaccharides). Numerosi studi scientifici hanno attribuito a questi polisaccaridi la capacità di aumentare il numero di globuli bianchi (linfociti), oltre a potenziare la capacità dei fagociti di difendere l’organismo umano da agenti patogeni. Sempre per quanto riguarda gli LBP, da alcuni test effettuati su topi da laboratorio si è visto che monstrano un’elevata attività antitumorale e che riescono ad inibire la crescita delle cellule neoplastiche [1].
  3. Contengono selenio e vitamina C
    Infine le bacche di Goji, contengono considerevoli quantità di selenio e di vitamina C, entrambe delle sostanze con una potente azione immunostimolante, oltre che antiossidante.

Disintossicano dal Mercurio e ne limitano i danni

goji berries prezziIl mercurio è il metallo pesante più nocivo presente in natura e purtroppo, chi più, chi meno, quasi tutti siamo esposti alla sua tossicità.

Basta pensare che le amalgame dentali scure, ancora legali in Italia (non in altri paesi dell’Europa dove sono state vietate), sono in gran parte composte da mercurio. L’intossicazione da mercurio può portare a danni al sistema nervoso centrale e periferico, oltre ad agire negativamente su cuore, reni e sistema immunitario.

Ebbene in questo caso le bacche di Goji possono esserci di grande aiuto.

Infatti il selenio, presente in grandi quantità in questi frutti rossi, è il principale antagonista del mercurio. All’interno del nostro organismo il selenio, entrando a contatto con il mercurio reagisce formando selenito di mercurio, un sale inattivo facilmente eliminabile dall’organismo attraverso le urine.

Non solo, grazie alla sua azione antiossidante, il selenio contribuisce anche a diminuire i danni che il mercurio provoca al sistema nervoso.

Se hai problemi di mercurio ti consiglio di consumare anche tanto aglio, un’altra ottima fonte di selenio.

Migliorano e proteggono la Vista

Nelle bacche di Goji sono contenuti ben 11 tipi diversi di carotenoidi (beta-carotene, alfa-carotene, licopene ecc.) e 7 sostanze assimilabili ai caroteni come la zeaxantina, la luteina e la beta-criptoxantina.

I carotenoidi giocano un ruolo molto importante per la salute degli occhi, aiutandoci a prevenire le malattie oculari. Non solo, i carotenoidi sono protettivi anche nei confronti delle mucose, riducono l’insorgenza delle infezioni, sono dei potenti antiossidanti e rendono la pelle liscia ed elastica.

La zeanxantina e la luteina, presenti nella macula, la regione centrale dell’occhio che ci permette di avere una visione nitida. Un maggior apporto di questi due carotenoidi permette di schermare la macula dall’azione esterna dei raggi UV.

La beta-criptxantina, invece è un grande alleato per la prevenzione del glaucoma, una malattia degl’occhi.

Uno studio pubblicato sulla rivista Optometry & Vision Science dell’American Academy of Optometry ha evidenziato come bere succo di bacche di goji tutti i giorni per 90 giorni aumenti significativamente la concentrazione di zeaxantina e di antiossidanti nel plasma, proteggendo gli occhi da ipopigmentazione e dall’accumulo di composti dello stress ossidativo che possono danneggiare la macula. [2]

Un’altro studio dimostra che le bacche di goji sono in grado di apportare benefici alla salute degli occhi proteggendo la retina dalle cellule del ganglio. Pertanto gli antiossidanti dei goji agiscono come un trattamento naturale per il glaucoma. [3]

Per la salute e la bellezza della Pelle

semi goji dove comprareIn virtù delle loro proprietà antiossidanti e alla ricchezza di carotenoidi, che svolgono un’azione protettiva sugli agenti esterni (come radiazioni solari UV), le bacche di Goji sono un potente alleato anche per mantenere la pelle giovane e sana.

Interessante a tal proposito è lo studio condotti su topi da laboratorio dalla Facoltà di Scienze Veterinarie dell’Università di Sydney, dove si è visto che il succo di goji riesce a fornire una significativa protezione sulla pelle nei confronti delle radiazioli solari UV. [4]

I risultati mostrano che bere succo di bacche di goji aumenta la protezione contro i danni dei radicali liberi dal sole. I goji forniscono una fotoprotezione aggiuntiva per le persone che sono suscettibili al cancro della pelle e ad altri disturbi della pelle.

Non a caso le bacche di Goji trovano largo uso anche in cosmetica per la preparazioen di creme e lozioni anti-age.

Contro l’anemia e la stanchezza

Le bacche di Goji contengono tre volte più ferro degli spinaci, caratteristica che le rendono un integratore naturale perfetto per chi soffre di anemia.

Infatti il ferro è fondamentale per la sintesi della mioglobina e dell’emoglobina, una proteina globulare che svolge il ruolo di trasporto dell’ossigeno e la cui carenza può provocare stanchezza fisica e mentale.

Devi sapere che 100 g di goji contengono 9 mg di ferro, mentre la stessa quantità di spinaci ne contiene solo 2.9 mg.

Aiutano a prevenire il Diabete

Le bacche di Goji contengono cromo organico, un micronutriente in grado di migliorare il metabolismo dei carboidrati, potenziando l’azione dell’insulina e regolarizzando i valori glicemici.

Diversi studi [5] hanno dimostrato come la presenza di cromo organico possa aiutare a prevenire ipoglicemia e diabete, causati rispettivamente da un’eccesso di insulina e dalla sua insufficienza.

Tuttavia va detto che le bacche di Goji, come tutta la frutta secca zuccherina, contiene alti livelli di zuccheri (in particolare di fruttosio), per cui il consumo, specialmente tra chi già è diabetico, andrebbe sempre moderato. In particolare i nutrizionisti consigliano di evitare il consumo di frutta, zuccheri e carboidrati, dopo le ore 17:00, dato che la sera il nostro metabolismo inizia a rallentare.

Il miglior momento per consumare la frutta è invece il mattino, a colazione.

Le bacche di Goji fanno dimagrire?

Il cromo è una sostanza molto importante per favorire il processo di dimagrimento, in quanto regolarizza i livelli di zucchero nel sangue e causa un calo del senso di fame.

Ancora una volta però ci tengo a sfatare un falso mito: le bacche di Goji da sole non bastano per dimagrire. Anzi, se assunte nel modo sbagliato (ad esempio a cena), è facile che favoriscano l’aumento del peso, dato che contengono molti zuccheri.

Per dimagrire non esistono rimedi miracolosi, è invece fondamentale una sana attività fisica e un’alimentazione bilanciata.

Aumentano la fertilità dell’uomo e della donna

Nella Medicina Tradizionale Cinese le bacche di Goji vengono utilizzate anche per promuovere e migliorare la fertilità, sia nell’uomo che nella donna.

Si ritiene infatti che il Goji sia efficace nell’aumentare il numero e la vitalità degli spermatozoi nell’uomo.

Si ritiene inoltre che i benefici di questi frutti rossi comprendano anche il trattamento dell’infertilità femminile nelle pazienti con insufficienza ovarica prematura e con incapacità di ovulare normalmente.

Nella Medicina Tradizionale Cinese il Goji è utilizzato in caso di “carenza di Yin“, che si ritiene sia l’aspetto “femminile” della personalità e del corpo. In questi casi i medici della MTC prescrivono una dose da 6 a 15 grammi al giorno di Goji per bilanciare lo yin e ripristinare la salute ormonale. [6]

I risultati di uno studio condotto dal College of Public Health dell’Università di Wuhan in Cina hanno dimostrato che le bacche di Goji proteggono dai danni ai tessuti testicolari indotti dall’esposizione al calore, aumentano l’attività antiossidante della superossido dismutasi nel sistema riproduttivo, aumentano i livelli di ormoni sessuali e proteggono dal danno ossidativo del DNA cellule testicolari. Questi studi non fanno altro che confermare l’utilizzo popolare del goji per combattere l’infertilità. [7]

Come assumere le bacche di Goji

Colazione si, dopo i pasti e a cena no

goji ricetteIl momento migliore per mangiare queste bacche è durante la prima parte della giornata e in particolare a colazione, quando il nostro fisico ha un maggiore bisogno di energia e quindi di zuccheri.

E’ invece sbagliato consumare i Goji, come qualsiasi altro frutto, durante o subito dopo i pasti. Inoltre, essendo un alimento ricco di zuccheri e in particolare di fruttosio, il consumo è sconsigliato dopo le 17:00, quando il metabolismo rallenta.

Infatti è ormai accertato che il nostro organismo fatica a metabolizzare i carboirdati e gli zuccheri dopo questo orario, per cui mangiare carboidrati dopo questa fascia oraria tende a far salire molto di più la glicemia e quindi favorisce l’aumento di peso e la comparsa di malattie metaboliche (ipertensione, diabete, ipercolesterolemia, ecc.).

Dose giornaliera

Non c’è una regola scritta sul dosaggio giornaliero di bacche di Goji. In genere i nutrizionisti consigliano di non superare i tre cucchiai di bacche al giorno.

Come mangiare le bacche di Goji

Personalmente le mangio al mattino così come sono, a volte da sole, a volte mescolandole con uno yogurt di soia e semi di lino o di canapa, o con una tazza di latte di mandorle. Ma nulla ti vieta di provare altri abbinamenti, mescolati in macedonia con altra frutta, o per realizzare frappé e frullati.

Le bacche di goji possono essere utilizzate anche per realizzare delle buonissime tisane. Per preparare una tisana di Goji ti basterà lasciare in acqua bollente per 10 minuti il quantitativo pari a un cucchiaino di goji. In fine filtra e bevi la tisana calda, o tiepida.

Se così come sono non le trovi appetibili e vuoi ammorbidirle un po’, ti consiglio di lasciarle in ammollo in acqua per 10-15 minuti.

Dove comprare le bacche di Goji

La nostra azienda agricola ha scelto per te il meglio che c’è sul mercato: bacche di Goji tibetane di origine biologica, raccolte a mano ed essiccate naturalmente al sole.

Perché le bacche di Goji tibetane sono le migliori?

Le bacche di Goji del Tibet coltivate nella provincia di Qinghai possono considerarsi le migliori perché vengono coltivate in uno degli ultimi paradisi naturali. In questo territorio troviamo le montagne più alte, i ghiacciai da cui prendono vita i fiumi più importanti dell’Asia ed escursioni termiche estreme (oltre 20° tra il giorno e la notte).

I ghiacciai sciogliendosi, nei millenni hanno arricchito il terreno di sostanze nutritive; i laghi salati rendono il suolo alcalino e particolarmente adatto alla coltivazione del Goji; le forti escursioni termiche fanno sì che la pianta, come forma di difesa, sviluppi degli zuccheri polisaccaridi che sono unici (LPB1, LPB2, LPB3, LPB4) e che ritroviamo solo all’interno delle bacche di Goji.

L’altitudine elevata del territorio riduce al minimo la presenza di parassiti e di malattie che possono colpire la pianta ed infine, sempre per la conformità del territorio, la luce diurna dura molto più a lungo che in altre zone, facendo si che le bacche sviluppino più sostanze zuccherine e che siano quindi più dolci.

Acquista le bacche di Goji tibetane di Erbedimauro:

bacche di goji tibetane

Controindicazioni

Le bacche di Goji sono controindicate in questi casi:

  • Alle persone allergiche alle Solanacee (ad esempio peperoni, pomodori, ecc.) famiglia di cui fanno parte anche i Goji.
  • A chi assume farmaci anticoagulanti, come il Warfarin (Coumadin®)
  • Chi soffre di diabete , o di ipertensione dovrebbe per lo meno moderarne il consumo in quanto si tratta sempre di un alimento ricco di zuccheri (gli zuccheri aumentano sia la glicemia che la pressione). Una buona regola è quella di limitarsi a mangiarle nella prima parte della giornata. In ogni caso, se hai dei dubbi chiedi sempre prima al tuo medico curante.

Si può consumare in gravidanza e in allattamento?

Attualmente non ci sono dati certi sull’uso delle bacche di Goji in gravidanza e allattamento. Nel dubbio è sempre meglio chiedere consiglio al proprio medico.

Video sulle bacche di Goji

Per concludere sulle proprietà e i benefici delle bacche di Goji ti consiglio di guardarti questo interessante video del dottor Luca Speciani, medico e alimentarista.

NB: Tutte le informazioni pubblicate su questo sito hanno carattere divulgativo e non devono essere considerate come consulenze, o prescrizioni mediche, o di altra natura.
mauro erbedimauro

Mauro Vallesi, agricoltore

Affascinato dalle molte proprietà benefiche e curative di queste piante e dopo averle utilizzate a lungo, oggi, con l’aiuto della mia famiglia, coltivo con passione Aloe Arborescens, Aloe Vera e molte altre piante aromatiche e officinali. La mia filosofia è semplice, è quella di offrire un’altissima qualità delle materie prime e utilizzare lavorazioni esclusivamente artigianali per produrre i miei prodotti. Regole apparentemente semplici, che servono ad ottenere il massimo dalle mie piante e dai miei prodotti.