Prenditi cura della tua pelle con gli Oleoliti

Pubblicato : 08/09/2020 10:28:34
Categorie : Erbe della salute

curarsi oleoliti

Gli oleoliti sono delle preparazioni ottenute per macerazione in olio di una, o più parti vegetali di una pianta. La macerazione in olio, risalente ai tempi antichi, consente l’estrazione di principi attivi lipofili delle piante.

Il risultato finale di questa preparazione sono dei veri e propri oli medicamentosi, con colorazione, aroma, sapore e proprietà diverse a seconda del tipo di pianta utilizzata.

Ogni oleolito può essere impiegato per scopi differenti a seconda della pianta da cui deriva.

Scopriamoli insieme.

Oleolito di Calendula

calendula fioriDalla macerazione in olio vegetale dei fiori di calendula, si ottiene l’oleolito di calendula. Si tratta di uno dei rimedi naturali più apprezzati per il trattamento di gran parte delle infiammazioni che interessano la cute.

E’ molto delicato e può essere tranquillamente utilizzato su parti del corpo più sensibili, nonché sulla pelle dei neonati.

In quasi tutti i casi in cui la pelle è irritata o danneggiata, l’oleolito di calendula può venirci in soccorso. Svolge infatti un’azione emolliente, lenitiva, calmante, antinfiammatoria e cicatrizzante. E per finire gode di importanti proprietà vulnerarie, ovvero velocizza la rigenerazione dei tessuti danneggiati.

E’ l’oleolito adatto quando si vuole trattare una dermatite di qualunque tipo e nel caso dei bambini, può essere utilizzata efficacemente per trattare la dermatite atopica e le irritazioni da pannolino.

E’ un rimedio favoloso per calmare le orticarie, come cicatrizzante dopo una ferita, per alleviare il prurito dovuto a una puntura d’insetto, o di medusa.

Data la sua efficacia e la sua estrema delicatezza può essere applicato in punti dove generalmente non è possibile usare le classiche creme. Ad esempio è il rimedio perfetto per curare le ragadi al seno e per restare in tema di “punti delicati” è ottimo anche per le emorroidi infiammate (in questo caso si può usare anche l’aloe).

L’oliolito di calendula è utile applicato sulla pelle del viso, dato che ha un forte effetto asciugante su acne e brufoli, e sulla pelle grassa in generale. Ne facilita l’eliminazione e rigenera velocemente il tessuto sottostante.

In inverno potrà tornarti utile in caso di mani secche o screpolate dal freddo, o dall’uso di prodotti chimici irritanti e, sperando non ce ne fosse bisogno, anche per curare i geloni alle mani e ai piedi.

In sostanza è il prodotto ideale per tutte le occasioni, uno di quei rimedi di cui non farei mai a meno e che a mio parere (ma io sono di parte) tutti dovrebbero sempre tenere in casa!

Ricapitolando l’oleolito di calendula è indicato per:

  • dermatiti, eczemi, orticarie, ecc.
  • dermatite atopica e irritazione da pannolino
  • ragadi al seno
  • emorroidi
  • ferite, morsi e punture d’insetto o di medusa;
  • acne e brufoli;
  • mani secche e screpolate;
  • geloni alle mani e ai piedi.

Prodotti correlati:

oleolito di calendula

Oleolito di Elicriso

elicriso fioriSi ottiene dalla macerazione dei fiori di elicriso (Helichrysum italicum), pianta della macchia Mediterranea dall’inconfondibile profumo che ricorda molto la liquirizia.

Prima ti ho parlato dell’oleolito di calendula, uno di quei prodotti che a mio parere tutti dovrebbero tenere in casa. L’oleolito di elicriso invece è un rimedio molto specifico, adatto solo in particolari esigenze.

In medicina naturale l’elicriso è considerato un rimedio dalle importanti proprietà antistaminiche.

Trattasi dunque di un rimedio eccellente da impiegare in caso sintomi di allergie ed intolleranze che trovano la loro manifestazione sulla cute. Parliamo ad esempio di orticaria, dermatiti, eczemi, gonfiori, o altri disturbi della cute la cui causa è prettamente di natura allergica.

Ma non è tutto. L’elicriso sembra sia un rimedio altamente efficace anche per il trattamento della psoriasi, sia come rimedio per uso interno, preparando un decottocon i fiori freschi o secchi, sia come oleolito da applicare sulla pelle.

Infine l’oleolito di elicriso ha anche una blanda azione protettiva nei confronti dei raggi solari ed è considerato un ottima alternativa al comune olio abbronzante.

Ricapitolando, l’oleolito di elicriso è indicato per:

  • reazioni allergiche;
  • psoriasi;
  • olio abbronzante;
  • protezione solare (bassa).

Prodotti correlati:

oleolito di elicriso

Oleolito di Iperico

iperico fioriL’oleolito di iperico si ottiene dalla macerazione dei fiori di iperico (Hypericum perforatum) in olio vegetale. Questo oleolito si distingue a primo colpo d’occhio per la sua colorazione rosso rubino.

E’ in assoluto il miglior olio da massaggi. Per la sua nota azione antidolorifica, l’oleolito di iperico viene impiegato da secoli per il trattamento di dolori e traumi muscolari ed articolari. Parliamo ad esempio di contratture, contusioni, dolori alla cervicale, sciatalgia, lombalgia, ecc.

Non solo, l’olio di iperico è un ottimo dopo sole e può essere utilizzato per curare eventuali scottature, o ustioni di lieve entità causate ad esempio da fornello, o da eritemi solari.

Se non avete a disposizione dell’Aloe, o altri oli più adatti, può essere utilizzato anche per alleviare il prurito dovuto a punture di meduse, di zanzare, o di altri insetti.

Controindicazioni:

Pur essendo un rimedio naturale l’oleolito di iperico ha una controindicazione che bisogna conoscere bene.

Non va mai applicato prima di esporsi al sole! Infatti l’ipericina, uno dei principi attivi di questa pianta, ci rende fotosensibili, cioè tende ad amplificare gli effetti dei raggi solari sulla pelle, soprattutto nel caso di persone con carnagione chiara o con efelidi

Ricapitolando l’oleolito di iperico è indicato per:

  • Dolori articolari e muscolari;
  • Scottature da fornello;
  • Eritemi solari;
  • Punture di insetto, o di meduse.

Prodotti correlati:

oleolito di iperico

Oleolito di Lavanda

lavanda olioAnche la lavanda, come la calendula, è uno di quegli oleoliti che può trovare impiego per il trattamento di numerosi disturbi. E’ ottenuto dalla macerazione in olio vegetale delle sommità fiorite di lavanda.

Esistono numerose specie ed ibridi di lavanda, quella che personalmente preferisco ed utilizzo è la lavanda officinalis (o lavanda vera), in quanto ha concentrazione di canfora molto molto bassa e ciò la rende utile anche per il trattamento di pelli e zone del corpo molto delicate, nonché per la cura del corpo dei bambini.

L’oleolito di lavanda gode una buona azione antinfiammatoria ed è un ottimo rimedio di pronto soccorso per trattare irritazioni della pelle dovute ad esempio a dermatiti, eczemi, orticaria, punture d’insetto o di meduse e in mancanza di prodotti più specifici, anche per lenire scottature ed eritemi solari. E se l’oleolito è stato realizzato con fiori di lavanda vera, potrà tranquillamente essere utilizzato anche sulla pelle dei più piccoli.

L’oleolito di lavanda è perfetto per struccare il viso, molto meglio di tanti prodotti chimici. E’ naturale, non lascia traccia e scioglie perfettamente il trucco.

In caso di otite (infiammazione dell’orecchio), l’oleolito di lavanda può essere usato come rimedio di pronto soccorso per ridurre l’infiammazione. Non ha effetti collaterali e va bene sia negli adulti, che nei bambini. Basta applicare una, o massimo due gocce nel condotto uditivo e lasciare agire l’olio per circa 15 minuti, distendendosi e tenendo la testa inclinata, affinché l’olio non esca, sporcando i vestiti e le lenzuola. Fatto questo basta inclinare la testa dalla parte opposta e far uscire l’olio, aiutandosi con della carta per evitare di sporcare.

L’oleolito di lavanda, grazie alle proprietà antisettiche e cicatrizzanti, apporta molti benefici soprattutto sulla pelle grassa, o con problemi di acne e brufoli. In questo caso basta utilizzarla più volte al giorno applicando qualche goccia sul viso e lasciando che la pelle lo assorba.

Infine per la sua azione antisettica l’oleolito di lavanda, applicato sui capelli, è un valido aiuto anche per contrastare la forfora.

Ricapitolando l’oleolito di lavanda è indicato soprattutto per:

  • dermatiti, eczemi, orticaria;
  • punture d’insetti o di meduse;
  • scottature ed eritemi solari (in mancanza dell’oleolito di iperico);
  • struccante per il viso;
  • otite;
  • acne e brufoli;
  • forfora.

Prodotti correlati:

lavanda oleolito

Dove acquistare gli oleoliti

La nostra azienda agricola coltiva in loco, presso le campagne di Fermo ed autoproduce gli oleoliti di calendula, elicriso, iperico e lavanda vera. Le piante vengono rigorosamente coltivate con tecniche naturali e biosostenibili, senza l'uso di pesticidi, erbicidi o concimi chimici e in totale rispetto dell'ambiente e delle persone che ne faranno utilizzo.

La raccolta delle piante per la realizzazione degli oleoliti, viene fatta rispettando i tempi balsamici. L'olio vettore utilizzato è l'olio di girasole, ricco di vitamina E e con l'indubbio vantaggio di resistere meglio nel tempo rispetto ad altri oli, oltre ad avere un gusto e un aroma sostanzialmente neutri.

Per maggiori informazioni e per ordinare i prodotti, clicca nelle foto che seguono:

oleolito di calendula oleolito di elicriso oleolito di iperico lavanda oleolito

NB: Tutte le informazioni pubblicate su questo sito hanno carattere divulgativo e non devono essere considerate come consulenze, o prescrizioni mediche, o di altra natura.
mauro erbedimauro

Mauro Vallesi, agricoltore

Affascinato dalle molte proprietà benefiche e curative di queste piante e dopo averle utilizzate a lungo, oggi, con l’aiuto della mia famiglia, coltivo con passione Aloe Arborescens, Aloe Vera e molte altre piante aromatiche e officinali. La mia filosofia è semplice, è quella di offrire un’altissima qualità delle materie prime e utilizzare lavorazioni esclusivamente artigianali per produrre i miei prodotti. Regole apparentemente semplici, che servono ad ottenere il massimo dalle mie piante e dai miei prodotti.