Diarrea: 7 Rimedi naturali veloci ed efficaci

Pubblicato : 04/09/2019 10:57:41
Categorie : Erbe della salute

rimedi naturali diarrea

Una cosa che proprio non sopporto è la diarrea!

Chi non ha mai avuto questo disturbo almeno una volta nella vita?

E' senza dubbio uno dei problemi che si presenta più di frequente e le cause possono essere le più disparate.

Per fortuna la natura offre un grande aiuto, con numerose piante e rimedi estremamente efficaci contro la diarrea. In questo articolo ti illustrerò quelli che, per quella che è la mia esperienza personale, ritengo in assoluto i migliori.

Per poter combattere un nemico, prima è importante conoscerne la natura.

Per tale motivo, nel paragrafo che segue, ti illustrerò che cos'è la diarrea e chi sono i principali responsabili di questo disturbo.

Che cos'è la diarrea?

La diarrea non è una malattia, ma una reazione di autodifesa dell'organismo che si manifesta tramite ripetute scariche di feci di consistenza fluida.

In sostanza l'intestino elimina velocemente le feci con l'obiettivo di eliminare una “minaccia”, che può essere un virus, un batterio, un parassita o una sostanza irritante di qualche tipo.

Nella migliore delle ipotesi la diarrea si manifesta occasionalmente, per la durata di uno, due, o al massimo tre giorni.

Ma se il problema perdura per settimane, è importante rivolgersi subito a un medico, così da trovare tempestivamente le reali cause.

Partendo dalle cause sarà poi più semplice trovare una cura.

Le cause più frequenti

La diarrea può avere molteplici fattori scatenanti. In genere i più comuni sono i seguenti:

  • cibi avariati o contaminati;
  • infezioni di origine virale o batterica;
  • l'ingestione di bibite fredde, o ghiacciate.

Nei casi descritti gli episodi di diarrea si dovrebbero risolvere in maniera naturale nel giro di pochi giorni.

Tuttavia si può accelerare il processo di guarigione tramite una buona dieta e facendo uso di alcuni rimedi naturali di cui ti parlerò tra poco.

Diarrea cronica

Si parla di un disturbo cronico quando il problema persiste per settimane o addirittura mesi.

In questi casi ti consiglio caldamente di andare subito dal medico.

Quali sono le cause di una diarrea cronica?

Quando la diarrea è cronica, è possibile che ci sia dietro un'intolleranza alimentare di qualche tipo. Le più comuni sono:

  • Intolleranza o sensibilità al glutine (non per forza Celiachia);
  • Intolleranza al lattosio (zucchero del latte);
  • Intolleranza alla caseina (proteina del latte).

Anche certi farmaci possono causare la diarrea. Ad esempio molti chemioterapici, alcuni beta-bloccanti, o l'abuso di FANS.

Altre volte la diarrea cronica potrebbe nascondere un problema più serio, come una colite, o un Morbo di Crohn (una malattia autoimmune).

Rimedi naturali per la diarrea, quali scegliere.

1. Digiuno

digiunoLa prima cosa da fare quando si è colpiti dalla diarrea è quella di non sovraccaricare l'organismo con del cibo.

L'ideale sarebbe non mangiare proprio nulla per almeno 12 ore, o se possibile anche di più. Infatti con il digiuno non si affatica l'organismo e gli si da il tempo per disintossicarsi.

Al contempo è importante bere dell'acqua (non fredda) per reidratarsi, o ancora meglio alcune delle tisane di cui ti parlerò tra poco.

Passate le prime 12 ore, se gli episodi di diarrea vanno scemando, puoi iniziare a consumare qualcosa di leggero, come del riso bianco bollito (che tra l'altro è un ottimo astringete), del brodo di pollo, delle zucchine o dei pesci magri, meglio se cotti al vapore, bolliti, al cartoccio, o con una cottura veloce in padella. Tra questi sono ottimi la spigola, la sogliola, il nasello e il rombo.

2. Acqua tiepida e limone

Il limone è un astringente, cioè ha la capacità di rendere meno permeabili le cellule del tratto gastrointestinale, riducendo le secrezioni, quindi la perdita dei liquidi e isolandole dall’ingresso di batteri o microrganismi patogeni. Ha inoltre un'azione antibatterica ed antivirale.

L'acqua tiepida/calda riattiva le cellule dell'organismo ed ha un'azione rilassante sulle mucose digerenti. Al contrario l'acqua fredda crea congestione.

Ti consiglio quindi di preparare una bella tazza d'acqua tiepida (intorno ai 40 C°) con l'aggiunta di una spremuta di mezzo limone.

Non berla dopo i pasti, ma sempre e solo a digiuno, specialmente la mattina appena ti alzi.

Questo è in assoluto il momento migliore.

3. Zenzero

zenzero antidiarroicoLo zenzero è un rimedio fantastico, soprattutto nei casi di virus intestinali, dove spesso e volentieri oltre alla diarrea si presenta anche un altro sintomo ancor più fastidioso: il vomito.

Lo zenzero agisce sull'intestino, dove grazie alla presenza dei suoi principi attivi, quali il gingerolo e il zingiberene, favorisce la rigenerazione della flora batterica, fondamentale per il benessere intestinale e riduce gli stati infiammatori che possono essere la causa scatenante della diarrea (ad esempio nei casi di colite).

Inoltre è un efficace anti-nausea ed anti-vomito, per questo molte persone che sono particolarmente suscettibili ai viaggi in auto, in mare, o in aereo, lo portano spesso con se, così da prevenire eventuali problemi.

Allo stesso tempo può essere utile ad arginare la nausea e il vomito provocati dalla presenza del virus intestinale.

Controindicazioni:

Lo zenzero è controindicato alle donne in gravidanza e in allattamento e in caso di gastrite ed ulcere, dato che può stimolare eccessivamente le secrezioni gastriche.

Come si usa?

Puoi usare sia lo zenzero fresco, che quello essiccato.

Nel caso dello zenzero essiccato in polvere si usa un un cucchiaino da caffè di zenzero in polvere, da versare in infusione in una tazza di acqua bollente per almeno 10 minuti. Successivamente si filtra il tutto e si beve.

Ti consiglio di bere da 2 a 4 tazze al giorno di questa tisana fino al placarsi dei sintomi.

I nostri prodotti:

zenzero in polvere

4. Rosa canina

bacche rosa caninaLa rosa canina è molto apprezzata in campo fitoterapico, soprattutto per il suo altissimo contenuto di vitamina C.

Ma ha anche altre qualità molto interessanti ed uno di questi è che si tratta di un rimedio davvero ottimo per arginare la diarrea.

Infatti le bacche di questa pianta sono ricche di tannini, delle sostanze ad azione astringente. Per cui la rosa canina, così come il limone, aiuta a ridurre il numero di scariche e la quantità di liquidi evacuata.

Inoltre le bacche di rosa canina risultano essere un ottimo rimedio per stimolare le difese immunitarie, cosa che aiuterà il tuo organismo a reagire meglio e più velocemente, nel caso in cui la diarrea sia stata provocata da un agente patogeno esterno, come un virus, un batterio o un parassita.

Come si usa?

Così come lo zenzero, anche le bacche di rosa canina si usano per la preparazione di tisane.

La tisana si prepara in questo modo: un un cucchiaino di bacche di rosa canina su una tazza d’acqua calda. Si lasciano riposare le bacche in acqua calda per 10 minuti e poi si filtra e si beve la tisana calda o tiepida.

Consigliate da 2 a 4 tazze al giorno. Volendo si può alternare con lo zenzero (ad esempio 2 tazze e 2 tazze).

I nostri prodotti:

rosa canina

5. Camomilla

Quando la diarrea è causata da un'infiammazione di origine patologica, come nei casi della colite, della colite ulcerosa o del Morbo di Crohn, può essere più utile ricorrere a un rimedio puramente antinfiammatorio.

La camomilla è senz'altro uno dei più antichi, sicuri ed efficaci rimedi antinfiammatori per l'intestino e per lo stomaco.

Va bene per adulti e bambini e può essere utilizzato senza grandi controindicazioni.

Come si usa?

La tisana di camomilla si prepara lasciando riposare per 5-6 minuti, un cucchiaino da caffè di capolini di camomilla in una tazza d'acqua bollente. Poi si filtra e si beve la tisana calda. Ti consiglio di bere almeno da 2 tazze di tisana di camomilla al giorno.

Camomilla tedesca o romana, quale scegliere?

Per i problemi di stomaco e intestino vanno bene sia la camomilla tedesca (o matricaria), che la camomilla romana. Quest'ultima è più efficace quando parliamo di disturbi del sonno, ansia e stress.

I nostri prodotti:

tisana camomilla matricaria camomilla romana tisana

6. Ortica

orticaUn altro rimedio antidiarroico molto efficace è l'ortica.

Se ne hai la possibilità raccogli le foglie fresche, altrimenti puoi sempre acquistarla in taglio tisana, cioè essiccata.

Oltre che per depurare l'organismo, le foglie di ortica sono un rimedio eccellente anche per bloccare la diarrea.

Inoltre svolge un'azione emostatica e vasocostrittiva, ovvero è in grado di bloccare possibili emorragie interne. Per tale motivo l'ortica risulta molto utile se oltre alla diarrea si presentano delle perdite di sangue.

Come si assume?

Le foglie di ortica si assumono in infusione, allo stesso modo degli altri rimedi visti in precedenza. Il tempo di infusione è di 8-10 minuti.

I nostri prodotti:

7. Tè verde

Parlando di rimedi ad azione astringente, è impossibile non citare il tè verde. Infatti come le bacche di rosa canina, anche il tè verde contiene tannini.

Per potenziare l'effetto anti-diarroico del tè verde, consiglio sempre di aggiungere la spremuta di mezzo limone, così da ottenere un risultato ancora migliore.

Come si assume?

Di solito si consiglia di tenere il tè verde in infusione per 3, massimo 4 minuti. Questo affinché il tè non risulti troppo amaro.

In questo particolare caso, affinché il tè verde rilasci tutti i tannini nell'acqua, i tempi di infusione dovranno essere maggiori: almeno di 5 minuti.

La bevanda sarà più amara, ma lo sarà anche la sua efficacia.

Il tè va bevuto caldo o tiepido. Si può aggiungere della menta per migliorarne il sapore e una spremuta di mezzo limone per aumentare l'azione astringente.

Meglio berlo la mattina e a metà pomeriggio. Mai la sera, altrimenti si rischia di passare le notti in bianco per via della sua azione eccitante sul sistema nervoso.

I nostri prodotti:

tè verde e menta

Come dolcificare le bevande

Personalmente sono abituato a non dolcificare le bevande e ti consiglio di fare lo stesso. Assumere degli zuccheri quando si ha la diarrea, non è mai una mossa saggia.

Ma se proprio non puoi farne a meno, evita di usare lo zucchero bianco, o di canna.

Quali sono le alternative?

Molto meglio un po' di miele, che andrà aggiunto quando la tisana si sarà raffreddata fino a diventare tiepida. Questo perché il miele quando viene riscaldato troppo perde buona parte dei suoi principi attivi.

Il dolcificante migliore

La scelta ottimale resta comunque la stevia, una pianta che ha la particolarità di dolcificare senza però contenere dei veri zuccheri.

Infatti la stevia ha 0 calorie, non alza la glicemia e non causa la carie.

Inoltre ne serve davvero pochissima, dato che ha un potere dolcificante 300 volte maggiore rispetto allo zucchero.

In una tisana da 250 ml, ti basterà aggiungerne circa 1/4 di cucchiaino da zucchero.

I nostri prodotti:

stevia foglie stevia polvere

NB: Tutte le informazioni pubblicate su questo sito hanno carattere divulgativo e non devono essere considerate come consulenze, o prescrizioni mediche, o di altra natura.
mauro erbedimauro

Mauro Vallesi, agricoltore

Affascinato dalle molte proprietà benefiche e curative di queste piante e dopo averle utilizzate a lungo, oggi, con l’aiuto della mia famiglia, coltivo con passione Aloe Arborescens, Aloe Vera e molte altre piante aromatiche e officinali. La mia filosofia è semplice, è quella di offrire un’altissima qualità delle materie prime e utilizzare lavorazioni esclusivamente artigianali per produrre i miei prodotti. Regole apparentemente semplici, che servono ad ottenere il massimo dalle mie piante e dai miei prodotti.