Pacchetto Total Depur

rating (2)

Il Pacchetto Total Depur comprende i seguenti prodotti:

  • 1 Succo di Aloe, ricetta concentrata (flacone da 850g);
  • 1 Curcuma in polvere, 200g;
  • 1 Semi di Cardo mariano, 110g;
  • 1 Tisana Super Depur, 60g;
[Scopri di più]

-10%

52,92 € IVA incl.


Invece di 58,80 € IVA incl.

Spedizione GRATUITA per ordini in Italia di almeno 34€

Guadagni: 52 PuntiNatura

Come assumere i prodotti

Succo di Aloe: va assunto 3 volte al giorno, nella misura di un cucchiaio, sempre mezz'ora prima dei pasti. Per chi è agli inizi consiglio però di partire con un dosaggio minore, equivalente a un cucchiaino da caffè (anziché un cucchaio grande da minestra). Questo per evitare di avere forti reazioni dovute alla depurazione dell'organismo, come ad esempio la diarrea.

Curcuma: è una spezia che si può utilizzare in aggiunta a qualsiasi pietanza (zuppe, insalate crude, risotti, minestroni, pesce, carne, ecc.). Per garantire il massimo assorbimento del principio attivo (la curcumina), è consigliabile associare la curcuma ad un pizzico di pepe e ad un po' d'olio extravergine di oliva. Il consiglio è quello di usarlo quotidianamente, nella misura di un cucchiaino al giorno, o al massimo due.

Cardo mariano: con i semi di cardo mariano si prepara un decotto. Prendere un cucchiaino di semi di Cardo Mariano e una tazza d’acqua (250 ml). Si aggiunge l'acqua al pentolino e i semi e si lascia a fuoco moderato finché non raggiunge la temperatura di ebollizione, dopo di che si fa bollire per almeno 5 minuti. Poi si spegne e si lascia riposare per 10 minuti. Infine si filtra e si beve. Andrebbe bevuta almeno una tazza al giorno, meglio due, o tre.

Tisana Super Depur: si tratta di una miscela di ortica, calendula e achillea millefoglie. Si prepara come una normalissima tisana, aggiungendo un cucchiaino di questa tisana a una tazza piena d'acqua bollente. Si lascia riposare 10 minuti e poi si filtra. Consigliata una tisana al giorno, meglio due.


Il Pacchetto Total Depur contiene i seguenti prodotti:

1 - Succo di Aloe, ricetta concentrata di Padre Zago

Questo succo di Aloe è in versione concentrata (cioè con più Aloe) e contiene: Aloe Arborescens 50%, Miele 49%, Alcol 1%

Come assumere il succo: essendo un prodotto naturale e senza alterazioni di laboratorio occorre fare attenzione solo alle prima somministrazione. In certi casi si consiglia di bere un po’ di acqua subito dopo aver assunto l’aloe.

  1. Mescolare/scuotere bene prima di ogni uso;
  2. Assumere 20/30 minuti prima dei pasti o dopo i pasti per avere un effetto digestivo o contro il reflusso;
  3. Si consiglia di iniziare con un cucchiaino da caffè da uno a due volte al giorno, per i primi due o tre giorni;
  4. Successivamente si passa ad un cucchiaio da minestra per due o tre volte al giorno;
  5. La somministrazione viene protratta fino al termine della confezione;
  6. E’ possibile incrementare l’assunzione anche di 2, 3, 4, 5 cucchiai alla volta;
  7. Dopo l’assunzione di tre confezioni, è consigliata una pausa di qualche giorno.

Il prodotto è realizzato fresco e per una maggiore conservazione va mantenuto in frigo o in ambiente molto fresco o nella parte inferiore del frigo, non esporre il succo alla luce intensa e non rimuovere la carta intorno al contenitore. Si consiglia di prendere il succo con un cucchiaio di acciaio inox o di plastica, non bere direttamente dal flacone.

2 - Curcuma in polvere

Consigli d’uso: il miglior modo di utilizzare la curcuma in polvere è associandola a un po’ di pepe. Il pepe garantisce il massimo assorbimento della curcumina, un potente antiossidante con spiccata azione antitumorale. Anche i grassi, come l’olio di oliva, migliorano l’assorbimento di curcumina. Per cui il consiglio è di utilizzarla a crudo in associazione con pepe ed olio vegetale per condire le vostre pietanze. La curcuma è nettamente più potente se consumata insieme alle crucifere (broccoli, cavoli, cavolfiori, cavolini di bruxelles, ecc.), verdure con spiccate proprietà antiossidanti ed antitumorali.

Avvertenze: si consiglia di non superare la dose di 2 cucchiaini da caffè al giorno. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare in un luogo fresco e asciutto.

Controindicazioni: Dosi eccessive di curcuma possono provocare nausea o acidità gastrica. Sono inoltre possibili interazioni con farmaci ipoglicemizzanti, anticoagulanti e immunosoppressivi, pertanto chi assume questo tipo di farmaci dovrebbe limitare il consumo di questa spezia. Infine è sconsigliata in gravidanza, allattamento e nei bambini sotto i 2 anni di età.

Descrizione: La curcuma in polvere è ottenuta dall’essiccazione del rizoma della pianta Curcuma Longa, pianta erbacea perenne originaria dell’Asia meridionale, india e indonesia. È nota anche con il nome di zafferano delle indie ed è largamente utilizzata nella cucina indiana e mediorientale. Questa spezia è impiegata da oltre 5.000 anni nella medicina ayurvedica come depurativo generale, digestivo, antinfiammatorio, contro la dissenteria, artrite e disturbi epatici. Gli studi clinici effettuati in questi anni su questa spezia e sul suo principio attivo più interessante, la curcumina, hanno confermato molte delle proprietà attribuitegli dall’antica sapienza popolare. Inoltre sono state fatte interessanti scoperte sulle proprietà antitumorali della curcuma, capace di prevenire e contrastare l’insorgere di cellule cancerose e di limitare la diffusione delle metastasi.

3 - Semi di Cardo Mariano

Consigli d’uso: con i semi di cardo mariano si prepara un decotto. Prendere un cucchiaino di semi di Cardo Mariano e una tazza d’acqua (250 ml). Si aggiunge l'acqua al pentolino e i semi e si lascia a fuoco moderato finché non raggiunge la temperatura di  ebollizione, dopo di che si fa bollire per almeno 5 minuti. Poi si spegne e si lascia riposare per 10 minuti. Infine si filtra e si beve. Da bere 2-3 tazze di decotto di Cardo Mariano al giorno. Per un litro d’acqua si usano circa 5-6 g di semi (dose massima consigliata)

Avvertenze: Non superare la dose giornaliera raccomandata. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare in un luogo fresco e asciutto.

Controindicazioni: Il cardo mariano è generalmente ben tollerato e non sono ad oggi note importanti controindicazioni all’uso. Gli effetti avversi sono rari, di lieve intensità e di tipo gastrointestinale. I pazienti affetti da ipertensione, tuttavia, non dovrebbero assumerlo perché il cardo contiene anche tiramina, una molecola che stimola la secrezione di dopamina, adrenalina e noradrenalina e, dunque, aumenta la pressione arteriosa.

Descrizione: Il Cardo mariano (Silybum marianum), è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Asteracee. Cresce spontanea in tutta la macchia mediterranea, ossia la vegetazione caratteristica di tutte quelle terre che si affacciano sul Mar Mediterraneao.

E’ costituita da una rosa di foglie spinose. I fiori, che raggiungono la maturità in estate, sono di colore rosso-purpureo, mentre i frutti sono degli acheni oblunghi di colore nero brillante, macchiati di giallo. I semi sono la parte utilizzata in fitoterapia e vengono impiegati soprattutto per trattare tutte le patologie del fegato.

I semi del cardo mariano contengono la silimarina: si tratta di un insieme di molecole definite flavolignani, concentrati nello strato proteico esterno del seme. I principali componenti delle silimarina sono la silibina, detta anche silibinina, l’isosilibina, la silicristina e la silidianina.

La silibinina è il compomente, flavoglicano, più attivo nel trattamento delle malattie degenerative del fegato, come cirrosi, epatite C o sofferenze epatiche causate dall’abuso di alcool o farmaci.

La silimarina e le sue proprietà epatoprotettrici sono note da tempo dalla medicina popolare più tradizionale. L’azione epatoprotettrice del cardo è stata confermata da numerosi studi scientifici ed è dovuta principalmente all’attività della silimarina come inibitore della perossiddazione dei grassi, come regolatore della permeabilità cellulare e, più in generale, come inibitore della formazione di metaboliti responsabili del danno epatico.

Ha inoltre proprietà galattogene: stimola cioè la produzione di latte materno nelle puerpere, perché contiene una gran quantità di complessi di bioflavonoidi (fitoestrogeni) chiamati flavonolignani. Questi fitoestrogeni regolano la produzione ormonale femminile, il cui equilibrio è fondamentale per il benessere generale della donna.

4 - Tisana Super Depur

Consigli d’uso: Infuso. Prendere un cucchiaino (circa 2 grammi) di tisana e una tazza d’acqua (250 ml). Si porta l’acqua in ebollizione, poi si spegne e si versa la tisana, lasciandolo riposare 10 minuti. Poi si filtra e si beve subito caldo, o più tardi freddo.

Avvertenze: Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare in un luogo fresco e asciutto.

Controindicazioni: Per le donne in gravidanza, o in allattamento, prima dell’uso chiedere consiglio al proprio medico. Da evitare l’assunzione in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti della tisana.

Descrizione: Tisana a base di ortica, calendula ed achillea millefoglie. Può essere utile come rimedio naturale per la depurazione dell’organismo. Questa tisana veniva molto spesso consigliata da una famosa erborista del ‘900, Maria Treben, e oggi da Josep Pamies farmacista erborista spagnolo, per aiutare l’organismo a guarire da un numero impressionante di malattie, compreso il cancro.


La spedizione avviene ogni lunedì, martedì e mercoledì, consegna mediamente in 24-48 ore.

Clicca qui per lasciare una recensione



rating Aloe padre Zago
piegioia p. il giorno 13/02/2018

Pochi giorni fa ho acquistato il pacchetto depur. Ogni mattina prendo l'Aloe, fa un effetto depurativo e devo ammettere che da un po' di energia, credo sia un buon prodotto. Volevo solo sapere se l'assunzione deve avvenire al buio, grazie


rating Aloe di Padre Zago
Alessandro C. il giorno 10/02/2018

Ho acquistato da poco il pacchetto depurativo e l'unico prodotto che conosco veramente e che ho avuto la fortuna di provare è l'aloe di Padre Zago. Viene proposto come antitumorale e depurativo. Ho saputo per vie dirette che per alcuni ha funzionato veramente come antitumorale ma io mi sono accontentato del fatto che potesse essere depurativo perché il trattamento chemioterapico a cui sono sottoposto mi ha dato tanti problemi di intossicazione con un calo di energia pauroso. All'inizio dell'assunzione dell'aloe la mia energia era al 20% e dopo appena pochi giorni era arrivata incredibilmente all'80%. A tutti quelli a cui l'ho consigliato ( e sono ormai molti) hanno avuto lo stesso effetto. Quindi, oltre ad essere un ottimo prodotto, preparato e spedito con grande cura e puntualità, mi sento di consigliarlo a tutti, indistintamente anche come cura preventiva. Alessandro da Ferrara



Ti potrebbero interessare anche